Nuove direttive tirocinio durante emergenza COVID-19

Di seguito le nuove temporanee direttive della Facoltà sullo svolgimento dell'attività di tirocinio durante l'emergenza Covid-19.



Il DPCM del 4 marzo 2020 ha, tra l’altro, disposto la sospensione delle attività didattiche in tutte le Università del Paese fino al 15 marzo 2020, scadenza questa poi prorogata dal DPCM del 9 marzo 2020 fino al 3 aprile 2020, escludendo da tale sospensione “le attività le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie”.

La nota del Ministro dell’Università e della Ricerca del 5 marzo 2020 prot. 6932, ha ulteriormente specificato che dalla sospensione sono escluse “ le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie e medica”. Contemporaneamente le disposizioni di cui ai citati DCPM e successivi pongono in essere la necessità di evitare ogni spostamento non necessario, di garantire condizioni di sicurezza non facilmente realizzabili nelle attività in presenza. 

In ottemperanza a tali disposizioni, vengono date le seguenti indicazioni circa le modalità di prosecuzione di tali attività per i laureati in Psicologia fino al momento in cui l’emergenza Covid-19 non sia conclusa, ai fini di permettere lo svolgimento degli esami per il conseguimento delle abilitazioni, pur mantenendo adeguate garanzie di sicurezza sanitaria:

•       ove possibile, le attività dei tirocini in questione possono essere continuate facendo ricorso a metodologie didattiche alternative e a distanza (acquisizione/valutazione di skill a distanza attraverso l’uso delle tecnologie, attività di compilazione e revisione di materiale documentale, piani o progetti abilitanti o riabilitanti, ecc.);

•      Laddove le attività dell’ente non prevedano alcuna possibilità di essere proposte a distanza, sarà possibile proporre al tirocinante lo svolgimento di project work o specifiche tesine a consegna mensile che sostituiscono in tutto o in parte le attività descritte al punto precedente. Tali lavori devono riguardare gli aspetti applicativi dell’area in cui il tirocinio si inserisce;

•      Le ore svolte nella realizzazione di queste attività vengono conteggiate sotto la supervisione del tutor nel monte ore previste per il semestre di tirocinio. Qualora il tirocinante non svolga le attività previste nelle modalità a distanza proposte dall’ente, il mancato svolgimento delle attività verrà conteggiato nel monte ore delle assenze (rispetto al computo  delle assenze, rimane valida la regolamentazione vigente);

•      Qualora l’ente non sia in grado di fornire un’organizzazione del tirocinio facendo ricorso a metodologie didattiche alternative e a distanza, il tirocinante potrà chiedere di cambiare ente visionando l’elenco delle strutture convenzionate; l’ufficio tirocini della Facoltà (tirocinipsicologia@uniroma1.it) è disponibile per chiarimenti relativi a questa procedura. 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma